Vai a sottomenu e altri contenuti

Servizi Socio - Assistenziali - Pubblica Istruzione - Cultura - Sport e Spettacolo

Informazioni

Responsabile: D.ssa M.P.Domenica Spanu

Indirizzo: Viale Trieste 1, 07030 Martis (SS)

Telefono: 079566129  

Fax: 079 566125

Email: servizisociali@comune.martis.ss.it

PEC: protocollo@pec.comune.martis.ss.it

Orario: Dal lunedi al venerdi: ore 8.00 - 14.00; martedì e giovedi, rientri pomeridiani: ore 15.00- 18.00.

L'area Socio culturale si occupa di assistenza minori, portatori di handicap, non vedenti, inabili al lavoro, anziani indigenti, famiglie detenuti, dimessi dai penitenziari, vittime del delitto, rimpatriati, eccetera, Centri sociali per anziani.

Opera con le seguenti finalità:

  • sviluppo dei servizi di prevenzione sociale contro le cause di emarginazione, promozione e sostegno di iniziative finalizzate al superamento di situazioni emarginanti;
  • assistenza scolastica, trasporto gratuito alunni, servizi di refezione scolastica;
  • predisposizioni piani annuali di funzionamento concernenti le finalità e la organizzazione dell'attività comunale nel settore scolastico;
  • attività promozionali nel campo dello sport, convenzioni, contributi;
  • gestione impianti e strutture sportive;
  • spettacoli di interesse artistico, teatro e musica;
  • celebrazioni e manifestazioni cittadine;
  • raccolte artistiche, mostre itineranti museografiche;
  • predisposizione schemi di provvedimenti interessanti il servizio;
  • gestione del servizio di biblioteca comunale.

L'Ufficio Servizi Sociali opera nel campo dei servizi sociali programmando, organizzando ed erogando interventi di prevenzione e riparazione di situazioni particolari.

I compiti del settore comprendono:

  • gli interventi socio-assistenziali verso anziani, che consistono sia in interventi di animazione sociale (feste, attività ricreativo-culturali, soggiorni climatici) sia in interventi propriamente assistenziali quali l'assistenza domiciliare, i servizi complementari (pasti a domicilio o presso mense, lavanderia), i centri aperti ed i centri diurni integrati;
  • gli interventi socio-assistenziali verso minori, che comprendono sia servizi erogati a nuclei familiari con presenza di minori a rischio (assistenza domiciliare, centri di aggregazione giovanile, azioni di supporto all'inserimento lavorativo), che azioni in sostituzione del nucleo (affido familiare, inserimento in servizi residenziali);
  • l'assistenza sociale di base, che si occupa dell'organizzazione e gestione dei servizi resi ai cittadini mediante attività preventive, riparative, di analisi del bisogno, curando il collegamento con le realtà istituzionali ed il coordinamento delle aree di intervento;
  • gli interventi socio-assistenziali verso i disabili, che comprendono il sostegno all'inserimento lavorativo, l'assistenza domiciliare, l'inserimento in strutture diurne o residenziali, le attività di sostegno al disagio psichico, lo studio delle problematiche ed il supporto agli organi di governo nell'elaborazione delle politiche sociali;
  • gli interventi socio-assistenziali verso stranieri, che consistono in accoglienza e sostegno nel primo inserimento e si realizzano attraverso la gestione dei centri di prima accoglienza e dei campi nomadi;
  • gli interventi socio-assistenziali vari, che comprendono diverse forme di assistenza economica, continuativa o straordinaria, nonché le varie forme di intervento e di assistenza nei confronti dei 'senza fissa dimora', degli emarginati gravi, degli alcolisti attraverso i CAT, e le attività di protezione alloggiativa;
  • la programmazione e la gestione degli asili nido in tutti gli aspetti educativi, amministrativi, di funzionamento, di rapporto con le famiglie e con gli organismi di partecipazione, la programmazione delle attività didattiche, di animazione, di aggiornamento e formazione del personale;
  • la gestione degli istituti geriatrici, che offrono ospitalità continuativa o temporanea ad utenti non autosufficienti o parzialmente non autosufficienti, nonché la gestione diretta di una casa albergo;
  • la progettazione e la realizzazione di interventi a favore dei cittadini in situazione di emergenza abitativa; assegnazioni, cambi e decadenze di alloggi di edilizia residenziale pubblica.

Il settore cura inoltre il collegamento operativo con l'Azienda sanitaria locale per l'integrazione fra i servizi sociali e quelli sanitari.